Nel blu dipinto di blu – Domenico Modugno

Nel blu dipinto di blu, conosciuta anche come Volare, è una canzone la cui musica è stata composta da Domenico Modugno, mentre il testo è stato scritto da lui con il contributo di Franco Migliacci. Il brano è stato presentato per la prima volta al Festival di Sanremo del 1958, diventanto da allora una tra le canzoni italiane più famose al mondo.

L’origine del testo non è molto chiara, anche per via delle diverse versioni date dagli stessi autori. Modugno sostiene di aver concepito il ritornello “volare oh oh” mentre si trovava in compagnia della moglie Franca, Migliacci invece ha sostenuto che l’idea gli era venuta in mente contemplando il quadro Le coq rouge di Chagall.

La seconda parte del ritornello invece, a detta di Modugno, è stata concepita durante un passeggiata a Roma su Ponte Milvio, quando gli venne in mente la frase «Di blu m’ero dipinto».
Migliacci in seguito cambiò versione dicendo che gli venne in mente al risveglio da un incubo notturno.  Al quale solo in seguito riuscì a dare una forma letteraria più precisa:

«Capii subito che avevo scritto qualcosa di importante [...] quando si scrive una canzone, specialmente una canzone d’amore, questa riesce più bella, ha più sapore, se l’autore soffre d’amore.»

Musicalmente parlando, Volare rappresenta un punto di rottura con la musica italiana tradizionale, mediando la tradizione degli “urlatori” con delle influenze swing d’oltreoceano, creando così una melodia tradizionale con un arrangiamento innovativo.

Volare è una delle canzoni italiane che vanta il maggior numero di cover e reinterpretazioni, tra i più famosi, David Bowie, Paul McCartney, Barry White e Ray Charles.

Nel blu dipinto di blu

Penso che un sogno così non ritorni mai più;
mi dipingevo le mani e la faccia di blu,
poi d’improvviso venivo dal vento rapito
e incominciavo a volare nel cielo infinito

Volare… oh, oh!
Cantare… oh, oh, oh, oh!
Nel blu, dipinto di blu,
felice di stare lassù.

E volavo, volavo felice più in alto del sole
     ed ancora più su,
mentre il mondo pian piano spariva lontano laggiù,
una musica dolce suonava soltanto per me

Volare… oh, oh!…
Cantare… oh, oh, oh, oh!
Nel blu, dipinto di blu,
felice di stare lassù.

Ma tutti i sogni nell’alba svaniscon perché,
quando tramonta, la luna li porta con sé.
Ma io continuo a sognare negli occhi tuoi belli,
che sono blu come un cielo trapunto di stelle.

Volare… oh, oh!…
Cantare… oh, oh, oh, oh!
Nel blu, dipinto di blu,
felice di stare quaggiù.

E continuo a volare felice più in alto del sole ed ancora più su,
mentre il mondo pian piano scompare negli occhi tuoi blu,
la tua voce è una musica dolce che suona per me…

Volare… oh, oh!…
Cantare… oh, oh, oh, oh!
Nel blu, dipinto di blu,
felice di stare quaggiù.
Nel blu degli occhi tuoi blu,
felice di stare quaggiù,
con te!

Potrebbero piacerti...

Tags: ,

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>